MENU

26/10/2016 Commenti disabilitati su L’imbarazzo del sessantottino Views: 628 Blog

L’imbarazzo del sessantottino

Sessantotto e cultura borgheseIntervistato da Repubblica, il noto psicoanalista Luigi Zoja racconta ad Antonio Gnoli il suo imbarazzo di giovane sessantottino. “Non mi integravo nelle manifestazioni. Si urlava lo slogan ‘Padroni, borghesi, ancora pochi mesi’. Mi dissi: se è così, tra un po’ dovrò collaborare a eliminare me stesso. A quel punto scelsi di andare a Zurigo”. Io al posto di Gnoli non avrei lasciato correre ed avrei chiesto: perché no? Perché escludere la possibilità di eliminare se stessi (non in senso letterale, ben inteso)? Le lotte e le conquiste più radicali e significative non sono forse quelle fatte (anche) contro ciò che rappresentiamo?

Tags: ,

Comments are closed.